IMU E TARI. SI POSSONO RECUPERARE LE SOMME INGIUSTAMENTE VERSATE!

Le rendite catastali degli immobili costituiscono la base imponibile dell’IMU, un’imposta divenuta negli ultimi una vera e propria patrimoniale che, di fatto, grava pesantemente sui conti economici delle aziende, riducendone l’utile. Norme stratificate negli anni, spesso contraddittorie e poco chiare, differenze di approcci nei metodi di valutazione da parte degli Uffici Territoriali, possono condurre alla determinazione di rendite catastali non coerenti con la realtà. Nel caso degli immobili in classe “D” (quindi anche gli alberghi) il 100% degli immobili paga più del dovuto

SI HOTELS ha siglato un accordo preferenziale con il partner “CfC Advice”, che attraverso un know-how specifico ed una analisi approfondita dei dati e di metodologie tecnico-estimative, attribuisce il corretto valore della rendita catastale per tutti gli immobili censiti in categoria D, consentendo ai propri clienti di beneficiare di notevoli risparmi sulle imposte IMU.

Negli ultimi anni c’è stata una continua evoluzione della normativa Tassa Rifiuti, da TARSU a TIA, da TIA a TARES e da TARES a TARI, l’attuale normativa. Quest’evoluzione ha cambiato totalmente le modalità di calcolo della Tassa Rifiuti incluso le categorie tariffarie e l’introduzione di nuove agevolazioni tariffarie.

Durante tutta questa evoluzione, le aziende avrebbero dovuto verificare ed eventualmente aggiornare le proprie dichiarazioni presentate all’Ente Gestore del tributo Tassa Rifiuti per adeguarle alle norme più recenti ma solo una minima parte lo ha fatto.

SI HOTELS ha siglato un accordo preferenziale con il partner “Soluzioni Per Te”, costituito da un team di professionisti che opera esclusivamente nell’ambito della Tassa Rifiuti, per determinare se un’azienda ha diritto ad una riduzione delle somme versate per questa imposta ed in caso affermativo affiancarla nel percorso per ottenere l’adeguamento ed il recupero del denaro ingiustamente pagato.

Per informazioni: imutari@sihotels.it